Il Decreto  interministeriale n.7535 del 23/12/2013, concernente le disposizioni applicative  di cui all’ articolo 12 del DPR 9 febbraio 2001 n. 187, riporta le istruzioni per la rilevazione delle produzioni di sfarinati o paste difformi destinate alla spedizione verso i Paesi dell’Unione europea e/o verso i Paesi contraenti l’accordo sullo spazio economico europeo e/o  all’esportazione  verso i Paesi extra UE.

Il decreto prevede l’obbligo, da parte delle Ditte che intendono produrre  sfarinati e paste alimentari di cui al DPR 187/01, di utilizzare un sistema telematico per la trasmissione delle comunicazioni, secondo le modalità  indicate nell’allegato 1 e 2 del precitato D.M. n.7535 del 23/12/2013.

Obblighi per la Ditta richiedente

La Ditta ha l’obbligo di trasmettere, secondo le modalità descritte nell’allegato 2:
– Una distinta comunicazione per ogni tipologia di sfarinati e paste alimentari, almeno 5 giorni lavorativi prima dell’inizio della lavorazione.
– Le variazioni del Paese di destinazione, rispetto a quanto già comunicato, entro il giorno di spedizione e/o di esportazione, con l’aggiornamento della comunicazione.
– Gli incrementi di produzione per singola tipologia di pasta, rispetto a quanto già trasmesso, con l’aggiornamento della comunicazione

La produzione riportata nella comunicazione iniziale deve intendersi conclusa entro il 31 dicembre dell’anno in corso. 

Trasmissione dei dati in via telematica

Per semplificare la trasmissione dei dati  l’Amministrazione ha predisposto, sul portale dei servizi del Mipaaf, una specifica applicazione telematica accessibile tramite credenziali personali (username e password).

In fase di prima applicazione, questo Ministero ha provveduto all’invio, tramite posta ordinaria, del codice PIN (Personal Identification Number) per tutte le Ditte presenti nel SIAN (Sistema Informativo Agricolo Nazionale), affinché possano  completare la procedura di primo accreditamento e ricevere le credenziali personali (utente e password) con cui accedere ai servizi telematici di cui sopra.

Qualora la Ditta non avesse  ricevuto il codice PIN, o non fosse presente nel Sistema Informatico Agricolo Nazionale,  può richiedere l’iscrizione al SIAN, come utente qualificato, collegandosi all’indirizzo “Registrazione utente”.