È stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Ambiente della tutela del territorio e del mare, relativo ai criteri per l’immissione nel territorio nazionale di specie e di popolazioni non autoctone, previsto dal D.P.R. 5 luglio 2019, n. 102.

Con questo decreto si completa il quadro normativo propedeutico all’utilizzo di organismi non autoctoni come agenti di controllo biologico ed in particolare alla diffusione del parassitoide Vespa samurai (Trissolcus japonicus) contro la cimice asiatica (Halyomorpha halys) che sta distruggendo le produzioni agricole del nostro paese.

Il Servizio Fitosanitario Nazionale, nell’attesa dell’emanazione di questo decreto, ha già predisposto tutto il necessario per effettuare i lanci della parassitoide nel momento più opportuno del ciclo biologico della cimice, ossia tra la metà di giugno è la metà di agosto, così come previsto dal cronoprogramma delle attività, parte integrante del programma di azione varato dal Servizio Fitosanitario Nazionale nell’ottobre del 2019.

Nel programma sono stati individuati, secondo la nota tecnica per la scelta dei siti di rilascio, un totale di 1300 siti.

Tutte le attività sono state sviluppate nell’ambito del Tavolo di coordinamento tecnico nazionale, che ha visto coinvolti il Servizio fitosanitario Centrale, il CREA-DC, i Servizi fitosanitari delle Regioni interessate, le Istituzioni di ricerca presenti sul territorio, con un costante lavoro organizzativo.